home  news  contattaci  SEZIONE WAI - accessibilità

| A| B| C| D| E| F| G| H| I| J| K| L| M| N| O| P| Q| R| S| T| U| V| W| X| Y| Z|
Cerca nel Sito

La Regione per la Cultura
Le banche dati del patrimonio culturale
Beni culturali
Spettacolo, mostre e attività culturali
Servizi per la cultura
Cinema e Marche Film Commission
Comunità Virtuale
> Principale  
ANCONA - Corto Dorico, finali e omaggi a Nichetti e Basili
Venerdì 13 e sabato 14 sono le giornate dedicate ai film brevi arrivati in finale alla decima edizione del festival Corto Dorico e agli omaggi cinematografici a due dei tre componenti della giuria di qualità, Maurizio Nichetti e Giancarlo Basili, entrambi presenti in sala durante le rispettive proiezioni.La terza giurata è l’attrice Elena Radoninc impegnata, con i colleghi, nell’assegnazione del premio “Corto Dorico 2013” al miglior cortometraggio a tema libero



Venerdì 13 alle ore 18
, il regista-attore Maurizio  Nichetti è al Teatro Sperimentale per la proiezione di “Stefano Quantestorie”, un film del 1993,  comico e dissacrante, tra cartoon e realismo poetico con sfumature malinconiche sui destini possibili, ma ormai mancati, del protagonista. L’ingresso è libero.

 

Venerdì alle ore 21, iniziano le proiezioni degli otto corti a tema libero al Teatro Sperimentale (ingresso gratuito) e di seguito le assegnazioni dei premi. Anche quest’anno, la qualità dei lavori è alta e i nomi noti non mancano. Il cortometraggio nel nostro Paese è spesso considerato un trampolino di lancio, più che un genere cinematografico. Così, corre quasi l’obbligo di ricordare come quel “Rita” di Antonio Piazza e Fabio Grassadonia sia stato il primo passo verso il lungometraggio “Salvo” (fotografia di Daniele Ciprì, nume dorico di quest’anno insieme a Toni Servillo e Steve della Casa) vincitore di due importanti riconoscimenti al Festival di Cannes 66.

 

Torniamo al presente con Lucia Mascino, protagonista del corto in concorso “Anna nel ruolo, per lei abbastanza inconsueto, di cameriera introversa e solitaria, diretta da  Diego Scano e Luca Zambolin i due giovani registi che hanno collaborato con Alessandro Rossetto per il film “Piccola Patria”  presente al recente Festival di Venezia e interpretato proprio dall’attrice anconetana (che martedì 17 approda  al cinema con “Una mamma imperfetta”). Tra i corti a tema libero c’è poi  “37°4S” di Adriano Valerio, un film su due adolescenti girato in una piccola isola vulcanica con meno di 300 abitanti in mezzo all’Atlantico, fra Città del Capo e la Terra del Fuoco. L’attrice Lorenza Indovina, che abbiamo visto recitare accanto ad Antonio Albanese, è ad Ancona in veste di regista di un corto sceneggiato da Niccolò Ammaniti, “Un uccello molto serio”. Il regista Alessandro Bardani presenta “Ce l’hai un minuto” con Francesco Montinari l’interprete del “libanese”  in “Romanzo Criminale”. Laura Plebani racconta una storia di amicizia e competizione a bordo vasca con  “Cloro”. Pierluca di Pasquale inscena un thriller truce con “Ehi muso giallo”. Mentre Alessandro Capitani definisce gli effetti della chirurgia estetica con “La legge di Jennifer”.  E “Silvio. Here I am” di Mattia Coletti e  Carlo Migotto racconta in pochi minuti della sublimazione del complesso di inferiorità del

protagonista.

 

 

Sabato 14, alle ore 18 al cinema Galleria, lo scenografo marchigiano Giancarlo Basili è con il pubblico di “Anni Felici” di Daniele Lucchetti, un film “solare e trasversale” sugli anni Settanta di cui lo scenografo marchigiano ha curato l’ambientazione (ingresso 5 euro, ridotto 4 euro).


Più tardi, alle ore 21  di sabato, al teatro Sperimentale, è in programma la proiezione dei 7 corti finalisti a tema sociale (a seguire la premiazione): “Settanta” il film sull’Ilva di taranto di Pippo Mezzapesa, “Prendere i cinghiali con le mani” di Corrado Ceron, “Matilde” di Vito Palmieri, “A passo d’uomo” di  Giovanni Aloi, “Try and see” del giovane marchigiano Giacomo Pecci, “Dreaming apecar” di Dario Leone, “More than two hours” di Ali Asgari.

In chiusura, dalle ore 24,10 Years Partyal MaVie di via Pizzecolli 3 la festa a ingresso libero del doppio compleanno di Corto Dorico e dell’associazione Nie Wiem che l’organizza.

 

 

Ai premi “Corto Dorico 2013” al miglior cortometraggio a tema libero (2.000 euro) e “Nie Wiem”al miglior cortometraggio d’impegno sociale (2.000 euro), si aggiungono i riconoscimenti assegnati dal pubblico, dai giovani (studenti dei licei cittadini), da Coos Marche (400 euro), da “Sentieri di cinema” (350) e, per il secondo anno da “Amnesty InternationalItalia per i Diritti umani” (500 euro). 

 

Della giuria stampa fanno parte quest’anno Mariuccia Ciotta (ilciottasilvestri.blogspot), Giulio Sangiorgio (FilmTv e Gli Spietati) e Andrea Chimento (il Sole 24 Ore).

 

Per il servizio di babysitting rivolto alle mamme e ai papà cinefili è obbligatorio prenotare  telefonando alla Tana sul tetto 340.5046737 – 366.4615910.

 

 

info@niewiem.org       www.cortodorico.it

 

Corto Dorico 2013 è organizzato dall’Associazione Nie Wiem, con il contributo di Regione Marche e Comune di Ancona; con il sostegno di Cooss Marche; il patrocinio di Ancona 2400 volte e Provincia di Ancona; in collaborazione con Fondazione Marche Cinema Multimedia, Amnesty International Italia, Cgs Acec Marche-Sentieri di Cinema. Partner tecnici: Fondazione Teatro delle Muse, cantine Malacari, Azienda Agricola Moroder, la Feltrinelli, La tana sul tetto, Poliarte. Media partner: Babel tv Sky, ètv, Urlo, Edizioni vivere, Radio Arancia Network, Why Marche.

 

13 dicembre 2013

 

Invia questo articolo Stampa/Print