home  news  contattaci  SEZIONE WAI - accessibilità

| A| B| C| D| E| F| G| H| I| J| K| L| M| N| O| P| Q| R| S| T| U| V| W| X| Y| Z|
Cerca nel Sito

La Regione per la Cultura
Le banche dati del patrimonio culturale
Beni culturali
Spettacolo, mostre e attività culturali
Servizi per la cultura
Cinema e Marche Film Commission
Comunità Virtuale
> Principale  
MONDAVIO (PU) - Shakespeare inaugura la stagione teatrale di Mondavio
Riparte con un grande classico la stagione di Mondavio, organizzata dalla Rete Teatrale della provincia di Pesaro e Urbino e nata dalla collaborazione tra Provincia, Amat e Comune Mondavio. Venerdì 17 gennaio alle ore 21.15 sul palco del Teatro Apollo in scena “Un Otello altro”, di e con Oscar de Summa



Dopo la felice esperienza di Amleto a pranzo e a cena, ritorna Oscar de Summa con un altro spettacolo dedicato al grande Bardo. Luci in sala, quattro attori escono dalle quinte e stringono il patto d’immaginazione con lo spettatore: un telo broccato e costumi storici, grazie al suono magico del campanello che detta l’inizio dello spettacolo.

 

Otello è il testo shakespeariano in cui più nettamente si ripresenta una situazione di teatro medioevale: il diavolo (Jago) prende al laccio, al di là delle possibili forze, il corpo e l’anima. Ma nello stesso tempo è anche l’opera più contemporanea di Shakespeare proprio perché il dramma è tutto personale. Dopo una scena iniziale esemplata da una situazione tipica della commedia dell’arte si passa alternativamente dal pubblico al privato, obbligando a occuparsi di fatti riguardanti il moro, il nero. Ed ecco che emerge il pregiudizio di fronte al diverso: l’amore di Desdemona è imputato a pratiche magiche e non al semplice incontro tra anime. Forse non c’è niente di più contemporaneo di questo pregiudizio. E se sostituiamo la parola “invidia” lì dove dovremmo leggere“incapacità”o“fallimento”, nelle vite dei vari personaggi, in primis in quella di Jago, allora ci troviamo di fronte a una miscela sociale esplosiva” racconta Oscar de Summa.

 

Primo appuntamento di stagione anche con Scuola di platea. Venerdì alle ore 18.30, presso la Sala del Consiglio Comunale di Mondavio, saranno i ragazzi del Liceo Classico Mamiani di Pesaro ad assistere allo spettacolo e a dialogare con l’attore e regista prima della rappresentazione. Scuola di platea è un progetto ideato e seguito da AMAT, con l’intento di avvicinare e sensibilizzarei ragazzi delle scuole superiori al mondo teatrale.

 

La sera dello spettacolo, grazie a Confartigianato, si potranno ammirare, nel foyer, straordinari manufatti della nostra provincia.

 

 

BIGLIETTI

Settore A (platea e palchi centrali), intero Є 15 (ridotto Є 12). Settore B (palchi laterali e loggione)  intero Є 10 (ridotto Є 8). Hanno diritto alla riduzione gli spettatori fino a 25 anni e oltre i 65. Potranno inoltre usufruire delle riduzioni per la Stagione della Rete Teatrale 2013/14 i possessori di Carta Musei Marche e Tessera Plus Rete Servizi Bibliotecari di Pesaro e Urbino (www.cartamusei.marche.it;  www.cultura.pesarourbino.it)

 

 

BIGLIETTI E ABBONAMENTI POTRANNO ESSERE ACQUISTATI:

- in prevendita:

biglietteria Teatro Rossini, P.zza Lazzarini, 1- Pesaro, tel. 0721 387621

orari: dal mercoledì al sabato dalle 17.00 alle 19.30

ufficio Turistico di Mondavio, corso Roma, 1, tel. 0721 977758
orario: dal lunedì al venerdì ore 9.00-12.00 e 15.00-18.00; sabato ore 9.00-12.00

biglietteria Input, via Rossini, 41 - Pesaro, tel. 0721 1836768

orari: martedì e giovedì 10.00-13.00; mercoledì, venerdì, sabato e domenica 10.00-13.00 e 16.00 –19.00. Chiuso il lunedì

biglietteria Teatro della Fortuna, P.zza XX Settembre, 1, Fano, tel. 0721 800750

orari: tutti i giorni (escluso i festivi) 17.30-19.30; mercoledì e sabato anche 10.30-12.30

 

- il giorno stesso dello spettacolo

Biglietteria Teatro Apollo di Mondavio dalle ore 17.00

 

INFO:

Amat - Rete Teatrale della provincia di Pesaro e Urbino

tel. 0721 - 3592515  cell. 366 6305500 reteteatripu@amat.marche.it  www.amat.marche.it

Facebook Rete Teatrale PesaroUrbino Amat Twitter Rete Teatro Amat PU

 

Foto Chiara Ferrin

 

16 gennaio 2014

Invia questo articolo Stampa/Print