home  news  contattaci  SEZIONE WAI - accessibilità

| A| B| C| D| E| F| G| H| I| J| K| L| M| N| O| P| Q| R| S| T| U| V| W| X| Y| Z|
Cerca nel Sito

La Regione per la Cultura
Le banche dati del patrimonio culturale
Beni culturali
Spettacolo, mostre e attività culturali
Servizi per la cultura
Cinema e Marche Film Commission
Comunità Virtuale
> Principale  
POLLENZA (MC) – “Vita d’Adriano. Memorie di un cecchettaro nella neve”
Venerdì 31 gennaio alle 21.15 presso il teatro “Giuseppe Verdi” di Pollenza andrà in scena “Vita d’Adriano. Memorie di un cecchettaro nella neve”. L’opera, di Francesco Niccolini, Giorgio Felicetti, Andrea Chesi vede sul palco Giorgio Felicetti impegnato in una intensa interpretazione di un pezzo di storia locale, ma anche nazionale



La produzione, ad opera di “Les Enfants du Paradis” ed “Est Europa Ovest Festival”, ha ricevuto importanti riconoscimenti tra cui il Premio Franco Enriquez per il Teatro Civile: miglior attore e migliore drammaturgia nel 2009 e la medaglia della Presidenza della Repubblica per l’alto valore civile dell’opera.

Si tratta della storia di una fabbrica, dove in novanta anni hanno lavorato 50.000 persone, ma è anche la storia di un operaio e di due compagni che, insieme attraversano la storia di mezzo ’900. C’è l’attesa in questo racconto, perché la storia è attesa, attesa di un treno senza orario.

Raccontare delle
Officine Meccaniche Cecchetti di Civitanova Marche vuol dire parlare del lavoro in fabbrica di tutto il ’900 italiano: le condizioni di lavoro, la presa di coscienza di appartenere ad una “classe”, quella dei “cecchettari”, i pericoli e gli incidenti, gli scioperi, i licenziamenti, fino alla chiusura, nel 1994 per la terribile presenza dell’amianto usato per coibentare le carrozze ferroviarie che lì si costruivano. Adriano, l’operaio protagonista del racconto, tratto da storie vere e da interviste, racconta una storia, la sua, che parte una mattina di guerra del 1940, quando tredicenne entra a lavorare in fabbrica, e arriva ad una mattina di oggi, che si alza presto per andare dal medico.

Infoline: 338.8471210.

Invito in allegato

30 gennaio 2014

Allegati
  
  INVITO
Invia questo articolo Stampa/Print