home  news  contattaci  SEZIONE WAI - accessibilità

| A| B| C| D| E| F| G| H| I| J| K| L| M| N| O| P| Q| R| S| T| U| V| W| X| Y| Z|
Cerca nel Sito

La Regione per la Cultura
Le banche dati del patrimonio culturale
Beni culturali
Spettacolo, mostre e attività culturali
Servizi per la cultura
Cinema e Marche Film Commission
Comunità Virtuale
> Principale  
ANCONA – 18^ edizione de “Le parole della filosofia”
Torna la storica rassegna Le parole della filosofia, ideata e curata da Giancarlo Galeazzi, seguita fin dall’inizio da un pubblico assai numeroso e attento. La 18^ edizione della rassegna si svolgerà dal 13 febbraio al teatro Sperimentale di Ancona (ore 21) con Giulio Giorello, Diego Fusaro, Salvatore Natoli, Francesca Rigotti



Il primo degli incontri con i filosofi (giovedì 13 febbraio) vede  Giulio Giorello  ragionare intorno al tradimento come categoria del pensiero al di là dei luoghi comuni e delle ipocrisie culturali. Seguono il giovane Diego Fusaro dell’Università San Raffaele di Milano (25 marzo),  Salvatore Natoli dell’Università Bicocca di Milano (24 aprile) e Francesca Rigotti dell’Università di Lugano (20 maggio).

 

Le quattro parole prese in considerazione quest’anno sono oggetto di altrettanti libri recentemente pubblicati dai  pensatori ospiti della rassegna:  Tradimento (Longanesi), Coraggio (Raffaello Cortina), Perseveranza (il Mulino) e Onestà (Raffaello Cortina). Le conversazioni serali si tengono  al Teatro Sperimentale di Ancona, con inizio alle ore 21. “La rassegna vuole contribuire a restituire alle parole la loro autenticità e rispettare la loro complessità”, scrive l’assessore alla cultura Paolo Marasca nella presentazione.

 

Come sempre, al ciclo di incontri con i filosofi si affianca la Scuola di filosofia con i tradizionali appuntamenti pomeridiani (ore 17,30-19) alla Facoltà di Economia,  condotti da Giancarlo Galeazzi su altre parole: “mitezza (28 febbraio), resilienza (28 marzo), magnanimità (11 aprile) e pazienza (23 maggio), sono quelle di quest’anno. Parole che richiamano Aristotele e riconducono alla convivenza dello spirito religioso con lo spirito laico, di cui si trova emblematica sintesi nelle pagine di grandi pensatori dedicate alla bontà d’animo (Bobbio, Bodei,  Givone, Rodotà, Zagrebelsky), alla forza d’animo (Oliverio Ferraris, Malaguti), alla grandezza d’animo da (Natoli, Reale), alla sopportazione d’animo (Paoli, Gioia).

 

L’iniziativa - promossa dall’Associazione culturale Ventottozerosei, in collaborazione con la Società Filosofica Italiana e il Comune di Ancona - costituisce la prima parte del Festival del pensiero plurale, che proseguirà con appuntamenti disseminati lungo tutto l’arco dell’anno:  “A scuola di filosofia” in inverno, “Libri per pensare” in primavera, “Le ragioni della parola”  in estate, “La filosofia nella città” in autunno.  Dunque, non il festival di un weekend, ma un festival per tutte le stagioni. “Non solo parole per stare insieme” recita il sottotitolo della rassegna ideata da Giancarlo Galeazzi, che inaugura un’avventura culturale fatta di “pluralità di soggetti e progetti, che accoglie contraddizioni e antinomicità, che vuole rivolgersi soprattutto alle giovani  menti, ancora libere da incrostazioni e disponibili a differenti formulazioni del pensiero”.

 

L’ingresso a tutti gli appuntamenti è gratuito

 

In allegato il depliant dell'evento, le biografie dei filosofi e il programma

 

10 febbraio 2014

Allegati
  
  depliant1
  depliant2
  bio dei filosofi
  programma
Invia questo articolo Stampa/Print